Translate

martedì 12 luglio 2011

la miserabile carità carnale






perché sono miserabili carità quelle che ci facciamo prima di quella missiva non cestinata ( l'addio) ma inviata con pretestuosi tentativi di spiegazioni, perché sono questo, questo niente, e non veri, incredibili doni? pronti a resistere alle espansioni, anche fuori luogo, fuori fuoco, fuori decoro, pronti al sugo da succhiare, a offrire la guancia per farsi picchiare e godere,esposizioni di ridicolo, o passaggi tortuosi per sipari strappati: raramente esagerato fasto di (im)perfezione. raramente qualcosa che sappiamo per noi vitale anche facendoci un po’ male, o paura o sconcerto, ma trovando il nostro fiato, il nostro odore-dolore-sapore necessario, certamente parziale, frammentario e prezioso, irrorato di umore, candore vizioso, mani strette a x sulla testa e poi. e poi quella necessità. provvisoria. carica d’amore. sbriciolarla? da perseguire per chi persegue tutto ciò che si rende "Osceno"( porta fuori scena l'avvolgersi come matasse di lana morbida), io non perseguo niente, ci provo, imparo( lo dicevi) accetto il tumulto, tornerà. questo vale una vita di tentativi.”